Darwin e la Street Photography

Che c’entra Darwin con la Street Photography? Apparentemente nulla, ma se leggiamo la sua teoria evoluzionistica potremmo comprendere un po’ di più sulla street photography.

DARWIN AFFERMA: L’AMBIENTE SELEZIONA!

evolution

Ciò significa che la presenza di determinate caratteristiche possono avere un vantaggio evolutivo rispetto ad altre caratteristiche in un determinato ambiente, ecco perchè in Africa si ha prevalentemente la pelle scura, in Asia gli occhi a mandorla o in Sicilia si è più bassi  della media nazionale con una pelle più olivastra. L’ambiente seleziona, l’ambiente caratterizza l’aspetto della gente, l’ambiente tipizza i popoli e al tempo stesso ne diviene specchio.

Fatte queste considerazioni, cosa c’entra Darwin con la street photography? Semplicemente che se ambienti diversi sono abitati da popoli con caratteristiche diverse e se le città sono specchio del popolo che vi vive è assolutamente da idioti cercare di ottenere foto di strada con uguale mood in luoghi diversi. In altre parole, se scatto in Sicilia non posso avere la presunzione di fare stessa street photography che farei scattando a New York o a Pechino!

Ogni session è influenzata dall’ambiente in cui scatto e di conseguenza lo stesso nostro approccio fotografico dovrà adattarsi

AMBIENTE NUOVO, APPROCCIO NUOVO

Ecco cosa faccio quando mi trovo in un ambiente nuovo, magari in viaggio o in luoghi con culture diverse e distanti da dove vivo

  1. Osservo il comportamento sociale delle persone che mi circondano.
  2. Mi documento sul carattere, sulla storia e sugli usi del territorio.
  3. Sto attendo al modo di interagire della gente.
  4. Provo, senza necessariamente scattare, a capire quanto posso avvicinarmi alle persone prima di una loro reazione.
  5. Sto attento all’architettura del luogo, palazzi alti significano ombre frequenti, ampi spazi significa più luce ma meno dinamismo ecc.
  6. Sto attento al sorgere e al tramontare del sole scegliendo la direzione della passeggiata in funzione dello spostamento delle ombre.

Le osservazioni di cui sopra, mi permetteranno di selezionare la mia ottica, di stabilire che tipo di rullo caricare e/o ISO impostare, mi permetteranno di comprendere che tipo di approccio devo avere: mordi e fuggi, amichevole, distratto, turistico, professionale ecc. Inoltre in base all’atteggiamento delle persone o alla pericolosità del luogo saprò se dovrò camminare speditamente o se potrò permettermi di stare immobile senza destar l’attenzione dei passanti.

Ovviamente Darwin insegna tante altre cose come ad esempio che “le variazioni individuali sono ereditabili, e dunque i figli sono simili ai genitori“:

italian street photography - ©Andrea Scirè

like a Botero family – Sicily 2015

 

Con questo ultimo scatto vi saluto ed auguro una buona street “evoluzionistica”!
A presto.
Andrea

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>