Il portfolio fotografico Istruzioni Imperfette per l’uso Recensione


consigliato image.php?img=01 - Il portfolio fotografico  Istruzioni Imperfette per l'uso Recensione - fotostreet.it (4 / 5)

“Un portfolio fotografico è, semplicemente, una raccolta di immagini del vostro lavoro. il numero varia dalle 15 alle 50 a seconda della destinazione e successivo utilizzo” [Sara Munari]

Questo è il genere di affermazioni e risposte che trovate in un libricino piccolo solo nell’aspetto. Sara Munari, fotografa e docente di Comunicazione Visiva e Storia della fotografia presso l’istituto italiano di fotografia a Milano, riesce a fornire, con questo libro, un percorso completo e chiaro su ciò che è un portfolio fotografico, su come esso deve essere realizzato, strutturato e presentato.

Il portfolio fotografico - istruzioni imperfette per l'uso - Sara Munari

Il portfolio fotografico – istruzioni imperfette per l’uso – Sara Munari

Sara Munari ci parla dei target di destinazione, delle sequenze narrative, della struttura e dei suoi perchè, dei diversi tipi di Narrazione e ci consiglia come e dove proporci… che dire, nulla e fuori posto, si legge tutto ad un fiato e alla fine lo rileggi, lo evidenzi, lo scarabocchi con le tue note.

Una delle cose più gradevoli è che ogni argomento trattato è supportato da immagini che danno risposte e a volte fanno sorgere dubbi… si proprio così, dubbi che ci portano ad una riflessione più profonda e critica dei perchè siano state fatte determinate scelte.

Una delle cose che ho maggiormente apprezzato è il continuo rapportarsi alla propria esperienza; a parte le informazioni prettamente tecniche, come la grandezza delle foto da stampare per eventuali letture, il libro è farcito di numerosi spunti ed inviti a ricerche personali: non vengono date definizioni assolute, ma forniti i mezzi per avere un flusso di lavoro coerente, ordinato e ben strutturato… tutto il resto dipende da noi.

STREET PHOTOGRAPHY E PORTFOLIO FOTOGRAFICO

Che centra la street photography con i portfolii fotografici? A meno che non desideriamo partecipare a concorsi e letture, apparentemente nulla. Il 90% degli street photographer portano a casa singoli scatti estemporanei di un qualcosa; ma se per un momento iniziamo ad applicare le logiche di un portfolio fotografico alla nostra produzione e iniziamo a ricercare quei fili invisibili che guidano il nostro occhio, allora potremo iniziare a vedere quei sottili legami narrativi che donano forza e significato ai nostri scatti.

Elliott Erwitt Cannes, France, 1975 (beach chairs)

Elliott Erwitt Cannes, France, 1975 (beach chairs)

 

Le logiche di un portfolio applicate alla street ci permettono di  vedere la nostra produzione fotografica con maggior distacco e a scartare foto belle a favore di altre per ottenere un maggior peso narrativo.

Ritengo che sia proprio questo approccio narrativo che completi la nostra visione, che dia significato ai nostri scatti, che faccia passare, a chi guarda le nostre foto, quella visione del mondo e quegli attimi di vita che tanto ci sforziamo di fermare.

Io ne consiglio la lettura 😉
Andrea

 

2 comments on “Il portfolio fotografico Istruzioni Imperfette per l’uso Recensione

  1. Assis Bezerra 27 settembre 2015 18:16

    Muito interessante,inclusive como você descreve.

Rispondi