Waiting for a Ricoh GR


In una recente intervista ho espresso l’intenzione di acquistare una RICOH GRir?t=fotostreet 21&l=as2&o=29&a=B00CXUX75K - Waiting for a Ricoh GR - fotostreet.it
.
fotostreet.it
Si proprio così… la versione digitale di quella piccola, leggera, discreta compatta che spesso si vede nelle mani di Daido Moriyama.
Tutto è scaturito dalla visione del documentario “Near Equal”  dove Moryiama, parlando delle fotocamere afferma:

“Photography is not about the camera.”
[“La fotografia non riguarda la fotocamera.”]

e ha continuato dicendo che

“(…) ovviamente per fotografare abbiamo bisogno di una fotocamera.
Se vogliamo scrivere una lettera d’amore,
abbiamo bisogno di qualche strumento per scriverla.
Una matita o una penna a sfera sono la stessa cosa, vanno ugualmente bene.
Ciò accade anche in fotografia”

Guardando il documentario, osservando attentamente il suo modo di muoversi, di guardarsi attorno, di camminare, di tenere in mano quella piccola fotocamera ci si rende conto come il mezzo sia al suo servizio, come quella piccola fotocamera sia solo una naturale estensione del suo corpo e soprattuto come la sua indiscrezione sia tale da rimanere invisibile ai molti.

Ormai, da diversi anni, scatto con le Fuji, ne adoro lo stile, la qualità ottica, la gestione del rumore, i controlli; tuttavia desideravo qualcosa di ancora più piccolo, che avesse la qualità di una reflex, un’ottima gestione degli iso, un’ottica fissa grandangolare (solitamente scatto con il xf-14mm fujinon – equivalente ad un 21mm),  una gestione dei colori e della grana molto simile ad una pellicola e che non avesse tempi di attesa tra il clic e la chiusura dell’otturatore, magari in modalità iperfocale

Effettivamente mi rendo conto di chiedere troppo per una compatta… tuttavia, cercando cercando, ecco che mi rispunta una Ricoh.. digitale!

Incuriosito, ho iniziato a documentarmi su caratteristiche, qualità, esempi di scatto e capacità operativa.
Per un attimo ho temuto di essere affetto dalla Gear Acquisition Syndrome 🙂

Avere ISO a portata di dito, avere la possibilità di scattare in iperfocale e tutte quelle funzionalità tipiche di una telemetro sono per me fondamentali, specie da quando produco foto senza portare più la fotocamera all’occhio ma immaginando la scena in funzione dell’ottica montata. Da quello che ho visto, da quello che capito… questa piccola e discreta ricoh dovrebbe essere perfetta per la street photography. Da qualche parte ho letto che anche il menu è stato realizzato da fotografi con la logica operativa di un fotografo.

Scaturisce il desiderio… me la regalo 🙂
Dovrebbe arrivarmi a giorni,  speriamo che da questo capriccio ne scaturisca una maggior libertà di visione creativa…

See you soon!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.